Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Tracchi nuovo Segretario Cgil. Dopo la Fiom, un operaio della Fimer alla guida della confederazione Tracchi nuovo Segretario Cgil. Dopo la Fiom, un operaio della Fimer alla guida della confederazione Tracchi nuovo Segretario Cgil. Dopo la Fiom, un operaio della Fimer alla guida della confederazione

Alessandro Tracchi è il nuovo Segretario provinciale della Cgil. Lo ha eletto oggi l'Assemblea della confederazione che si è riunita all'hotel Minerva. Il suo nome era stato proposto da Dalila Angelini, Segretaria regionale che aveva consultato il gruppo dirigente della  Cgil provinciale.

50 anni tra pochi giorrni, operaio metalmeccanico alla Fimer e nelle precedenti "versioni" di questa industria: Magnetek, Power One, Abb. Segretario provinciale Fiom dal 2016. Una svolta anche per la categoria: "se posso parlare di impronta, la mia sulla Fiom di Arezzo è stata quella della forte caratterizzazione territoriale, di un corretto e appropriato ricambio generazionale, di una valorizzazione del Direttivo fino a renderlo protagonista assoluto delle scelte. Infine, elemento essenziale, l'aumento degli iscritti. Nel 2011 la Fiom ne aveva 2.739. Nel 2021 ha raggiunto la cifra di 3.511, nonostante che la crisi economica abbia determinata la crisi e la chiusura di molte aziende. Ogni anno abbiamo perduto, in questo modo, tra 100 e 150 tesserati ma le nuove iscrizioni ci hanno consentito di aumentare costantemente il saldo totale".

Adesso ad Alessandro Tracchi, successore di Alessandro Mugnai, spetta il compito di guidare il treno della Cgil aretina sui terreni inesplorati delle trasformazioni e dell'innovazione. "Considero quanto sta avvenendo nei sistemi economici e sociali un'opportunità e una sfida. La Cgil aretina ha fatto molto in questi anni per allinearsi al nuovo e dare le risposte corrette e necessarie. Adesso si tratta di andare ancora avanti. Non intendo farlo da solo: considero la collegialità un valore non esclusivamente nel nome della democrazia e della partecipazione ma anche per migliorare costantemente analisi, progetti e azioni. In altre parole: insieme è giusto ma funziona anche meglio".


Sostieni ArezzoTV

980x280 ArezzoTV Spazio