Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

E' un uragano inarrestabile. Il quartiere di Porta Santo Spirito si aggiudica ancora un' altra Giostra, la più mesta degli ultimi tempi però, perchè nessuno dimentica cosa stanno vivendo le popolazioni  del Reatino a cui andrà l'incasso della manifestazione. Ma andiamo con ordine. 
L’edizione straordinaria dedicata al Giubileo della Misericordia, si corre con il lutto nel cuore e nei simboli della città. Il gonfalone della città di Arezzo e tutte le insegne dei quartieri entrano in Piazza Grande listati a lutto. Prima dell’Inno del Saracino un minuto di silenzio.
Poi tutto corre come avrebbe dovuto, con la voglia di vincere, molta meno di fare festa.  Una delle note più belle e positive la voce dell'Araldo Gianfrancesco Chiericoni che torna strardinariamente a scandire i momenti salienti della Giostra. Il suo ingresso è stato accolto da un lungo applauso.













lancia doro gori2Nelle prime carriere Porta Santo Spirito apre subito con un belllssimo 5 marcato da Gian Maria Scortecci, Porta Crucifera con Fardelli risponde con un misero due. Vedovini per Porta Sant'Andrea, che nella lancia ha sicuramente il 5, si ferma al 4. Chiude le prime carriere Porta del Foro con Andrea Vernaccini che lancia il vero guanto di sfida ai favoriti giallo blu e firma un bel 5. 
Nellle seconde carriere Elia Cicerchia non delude il popolo della Colombina e marca un altro 5, mettendo una grossa ipoteca sulla lancia d'oro. 
Le speranze di Porta Crucifera sono affidate all'esperienza di Vannozzi che potrebbe rimettere in gioco il quartiere solo spezzando la lancia. Marca un 4, ma la lancia non si spezza e i rosso verdi sono fuori dei giochi.
Porta S.Andrea con Stefano Cherici porta a casa un bel 4, non basta. Porta del Foro, l'unico quartiere  rimasto in gara, con Andrea Carboni si ferma sul 4. 
Vince per la seconda volta in questo 2016 ancora Porta Santo Spirito (33ma lancia della sua storia) e con le scuderie ancora bloccate, quindi senza i loro storici cavalli. Lo sblocco ci sarà a partire da lunedì prossimo. 
E l'allenamento dei giostratori dellla Colombina sarà certamente proiettato al "triplete". Un obiettivo non certo impossibile per i "bambini cattivi" della Piazza. 
I due ragazzi hanno dedicato la loro vittoria alle vittime del terremoto. 
In questa Giostra, per la prima volta, anche la nuova modalità di consegna della Lancia d'Oro.
Sul terrazzo
che affaccia su Piazza Grande e con il sindaco Ghinelli in costume, una soluzione che a dirla tutta non ha riscosso un grande successo, anzi.

E nel giorno successivo (domenica 28 agosto) arriva la notiza più bella. L'incasso della manifestazione sarà destinato alle popolazioni terremotate. Anche i dipendenti comunali hannno destinato la loro giornata lavorativa per la Giostra straordinaria a questo scopo, La proposta ufficiale di Ghinelli. Rimangono adesso da stabiire le modalità, ma Arezzo cè! 



Sostieni ArezzoTV