Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Si sta facendo di tutto in queste ore per evitare un tris di Giostre a tre. Il rischio è proprio questo dopo quanto accaduto al quartiere di Porta Santo Spirito con i cavalli messi fuori gioco dall’anemia infettiva. Un cavallo è stato riscontrato positivo alla malattia e tutti gli altri, in tutto 19, sono in quarantena per almeno 90 giorni così come la scuderia giallo-blu.
I cavalli potrebbero essere reperiti altrove, ma non è facile anzi è quasi impossibile afferma in una nostra intervista il rettore Ezio Gori "rimediare in una settimana". 
Dall'altra parte la Asl che per bocca del veterinario Paolo Omizzolo conferma che "il rischio contagio c'è".
Gli altri quartieri per il momento sono cauti, ma intanto esprimono la loro solidarietà a Porta Santo Spirito. Solo Porta S.Andrea, interpellata dalla nostra redazione, aspetta la riunione presso l'Istituzione Giostra per potersi poi esprimere meglio.
La parola adesso passa al Ministero, l'incontro deciso per capire de la deroga può esserci potrebbe essere già lunedì.