Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Questa mattina in piazza Grande il neo sindaco, Alessandro Ghinelli, ha incontrato la Commissione Tecnica Provinciale di Vigilanza appositamente riunita per esaminare le prescrizioni, a suo tempo impartite dal decreto Martini, alla manifestazione. Insieme al primo cittadino c'era l'avvocato Enrico Meacci, segretario dell'Istituzione Giostra del Saracino. Mentre, ad attenderlo in piazza la dirigente comunale Silvana Chianucci e il presidente dell'Istituzione Angiolo Agnolucci. Il sindaco, dopo aver salutato la presidente della commissione il vice prefetto Cristina Favilli e tutti i presenti, si è messo subito al lavoro con il delegato del Ministero delle politiche agricole e forestali, l'architetto Walter Baldini, incaricato per l'applicazione dell'ordinanza. Un confronto serrato, al termine del quale Ghinelli, con il suo staff, ha proposto una soluzione tecnica in grado di evitare l'installazione delle transenne. In pratica la lizza sarà ulteriormente allargata con sabbia di fiume in maniera tale che, qualora il cavallo dovesse uscire dalla lizza, il terreno morbido, al posto del mattonato della piazza, sarà in grado di attutire l'eventuale impatto. Inoltre, il sindaco ha posto una particolare attenzione affinchÁ© sia garantita l'incolumità dei figuranti rispetto al rischio di un'eventuale perdita di controllo di un cavallo. Sarà, quindi, allestita una delimitazione fisica a ridosso della tribuna vip, in modo che gli stessi figuranti abbiano la possibilità di trovare protezione, in situazioni di emergenza. Interventi che verranno realizzati tutti entro il Saracino di sabato. Novità ulteriore, i giostratori saranno sottoposti a controlli a campione antidoping, per la prevenzione dall'uso di sostanze alcoliche o stupefacenti, e degli accertamenti se ne farà carico la Polizia Municipale. Un modo ulteriore per garantire il regolare svolgersi della manifestazione. L'incontro è terminato con l'apprezzamento dell'architetto Baldini per gli sforzi profusi nell'approntare soluzioni operative, per ottemperare alle prescrizioni del decreto. Quindi, la Commissione ha dato parere favorevole allo svolgimento della manifestazione nel rispetto delle prescrizioni stabilite. Si è così conclusa, in maniera positiva, una querelle che andava avanti da troppo tempo. Intanto, il Buratto è in manutenzione e la molla rotta ieri sera è stata sostituita, perchè sabato comunque sarà Giostra.

Sostieni ArezzoTV