Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Il sindaco Alessandro Ghinelli, il vicesindaco Gianfrancesco Gamurrini e il presidente dell'Istituzione Giostra del Saracino, Franco Scortecci, hanno annunciato ufficialmente la decisione dell'Amministrazione comunale di indire la terza edizione straordinaria della Giostra del Saracino fissandone la data per sabato 27 agosto in notturna.
Giubileo della Misericordia: è questa la dedica della terza lancia d’oro.
Abbiamo avuto il necessario nulla osta affinché questa manifestazione di popolo con cui il Comune intende onorare il Giubileo della Misericordia possa svolgersi. Sarà una Giostra straordinaria, come lo è il Giubileo annunciato in maniera inaspettata da Papa Francesco. La parola adesso passa al Consiglio comunale, cui spetta la decisione definitiva. Ribadisco che è un'edizione straordinaria e quindi vorrei che partecipasse l'intera città, che tutti gli aretini si riconoscessero in questo grande e simbolico evento”.
Gianfrancesco Gamurrini: “questa manifestazione richiede un grande sforzo organizzativo, soprattutto per i quartieri, che ringraziamo e che sicuramente, nonostante le difficoltà, saranno felici di correre una ulteriore Giostra, dato che tutto l'anno lavorano per perseguire questo obiettivo”. Alla conferenza stampa erano presenti anche alcuni rappresentati della maggioranza che hanno accolto con favore l'iniziativa.
Franco Scortecci: “sono soddisfatto e anche preoccupato per l'organizzazione di questa terza Giostra. Verrà fatta, naturalmente, nel rispetto di chi partecipa attivamente al Saracino e anche di chi opera in piazza Grande. Amante della Giostra da sempre non posso che essere entusiasta che una terza edizione diventi un'opportunità in più per la città. Mi sono preso un impegno personale: la Giostra straordinaria voglio che sia uno strumento di promozione ulteriore per Arezzo. E' una scommessa che l'amministrazione, io in prima persona e i protagonisti della manifestazione hanno fatto. Spero che porti attenzione su Arezzo e sia una grande festa”.
Piero Pedone, vice presidente degli Sbandieratori: “accogliamo con piacere questa edizione straordinaria, ci mettiamo a disposizione della Giostra e faremo un saggio speciale”.
Mario Nocentini, presidente del Gruppo Musici: “è un grosso impegno, i nostri ragazzi sicuramente risponderanno in maniera positiva. Ben venga la Giostra e speriamo di fare la nostra bella figura”. Presente anche Stefano Giustini, presidente di Signa Arretii che ha accolto con piacere l'annuncio della Giostra straordinaria.
Il Saracino torna dunque a fare tris dopo 16 anni, e sedici anni erano passati anche dalla precedente Giostra straordinaria del 1984. Era infatti dal 2000 che Piazza Grande non ospitava tre edizioni della rievocazione storica.

Sostieni ArezzoTV