Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Si è svolta la ventiduesima edizione della cerimonia di premiazione dei giostratori. Dopo una breve sfilata per le strade del centro storico le rappresentanze dei quartieri, dei fanti e dei valletti del Comune, accompagnate delle chiarine dei musici, sono entrate a palazzo comunale. Nel cortile il sindaco Alessandro Ghinelli ha premiato i giostratori protagonisti delle due edizioni del Saracino e delle prove generali del 2015, alla presenza del presidente dell’Istituzione Giostra del Saracino Franco Scortecci e dei rettori dei quartieri. La solenne cerimonia ha visto anche consegnare i premi alla memoria e alla carriera ed è stata l'occasione per annunciare i vincitori del Premio “Fulvio Tului”, alla seconda edizione e per la prima volta assegnato nell’ambito della cerimonia di premiazione dei giostratori, consegnato dal presidente Scortecci, al miglior quartiere figurante per le edizioni 2015 della Giostra del Saracino: per quella di giugno a Santo Spirito e per quella di settembre a Porta Crucifera. Il riconoscimento alla carriera è stato attribuito ad Assuero Pieraccini, per molti anni coordinatore di regia della manifestazione e attuale Magistrato. Targhe alla memoria invece sono state consegnate ai familiari di Massimo Benigni e di Piero Comanducci, alla cui memoria si correranno le due edizioni 2016 della prova generale che si terranno rispettivamente il 16 giugno e il 2 settembre. Il sindaco ha anche annunciato le dediche delle Lance d’Oro che i quartieri si contenderanno in piazza Grande in occasione delle due edizioni ordinarie 2016 della Giostra del Saracino: quella di sabato 18 giugno al Maestro Giuseppe Pietri e quella di domenica 4 settembre a Papa Beato Gregorio X. Inoltre, l'Amministrazione Comunale e l’Istituzione Giostra del Saracino hanno consegnato un premio speciale alla “carriera” ad Angiolo Agnolucci, ex presidente dell’Istituzione Giostra, per l’impegno profuso. Conclusa la premiazione i musici hanno eseguito l’Inno del Saracino. Al termine dell’esibizione sono stati esposti i tabelloni con i punteggi marcati nelle carriere dai giostratori che hanno sfidato il Re delle Indie nelle due edizioni del Saracino dello scorso anno.