Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Già da domani per la Prova Generale e poi per la Giostra di domenica 3 settembre, come per l’edizione di giugno saranno attive misure di sicurezza straordinarie con operazioni di controllo svolte anche con l’ausilio di metal detector messi a disposizione da Ceia Spa, azienda aretina leader del settore, alla quale va il ringraziamento dell’Istituzione Giostra.

Per quanto riguarda i residenti del centro storico, in particolare delle aree interessate dai divieti messi in atto in occasione della Prova Generale e della Giostra del Saracino, si precisa che la disciplina che regola gli accessi dei residenti all'area della manifestazione, è invariata. I residenti ai civici interessati dai divieti dovranno prendere contatto con l’ufficio Giostra del Saracino scrivendo all’indirizzo di posta elettronica Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. comunicando i propri nominativi. Una volta raggiunti gli accessi alla piazza gli interessati saranno accompagnati ai civici indicati dal personale di sicurezza.

La dedica della Prova Generale a Guido Raffaelli (18.05.1932 – 12.12.2016)

La Prova Generale della 135esima edizione della Giostra del Saracino è dedicata a Guido Raffaelli. Capitano plurivittorioso di Porta Crucifera, Guido Raffaelli, per tutti “Ciuffino” è stato anche il capitano più vittorioso della Giostra del Saracino con 14 lance vinte insieme al quartiere rossoverde per il quale ha rivestito tale ruolo in periodi diversi tra 1971 e il 2000. Il suo primo successo da capitano è datato 2 settembre 1973, l’ultimo 9 settembre 2000. Raffaelli ha fatto anche parte della Commissione Consultiva dell’Istituzione Giostra del Saracino. Scomparso il 12 dicembre 2016, a lui è intitolato il Campo Prova del quartiere di Porta Crucifera inaugurato a maggio.

Sostieni ArezzoTV