Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

La spalla immobilizzata, la prescrizione di rimanere 15 giorni a riposo. E' iniziato il conto alla rovescia per Elia Cicerchia e Porta Santo Spirito. Dopo il grande spavento per l'incidente di domenica scorsa durante la Quintana di Ascoli, ora si pensa al recupero del giostratore in vista dell'edizione di settembre del Saracino. "Voglio e devo esserci" scrive Elia sul suo profilo Facebook, un messaggio chiaro. D'altronde ha già dimostrato in passato di non arrendersi mai. E sicuramente farà di tutto per cercare di essere ancora una volta protagonista, dopo il poker regalato alla Colombina. "Sto bene, sono acciaccato e dolorante. Agli aretini prometto che farò i salti mortali per esserci".