Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Va a Porta Crucifera la prova generale dell'edizione numero 134 della Giostra del Saracino, dedicata ad Enzo Pecchi. La "provaccia" si è risolta allo spareggio con Porta S.Andrea. La piazza è stata aperta dal 17enne Elia Pineschi, al debutto assoluto con Porta Santo Spirito. Ottiene un buon 4 ma il punteggio viene dimezzato a causa della carriera troppo lenta. Lorenzo Vanneschi, in sella a Carlito Brigante, trova il primo splendido 5 della serata. Porta del Foro sfiora il massimo punteggio con Gabriele Innocenti su Chicca: arriva l'annuncio, è un 4. Solo Porta S.Andrea rimane sulla scia di Porta Crucifera con lo splendido 5 di Francesco Rossi su Sibilla. Nelle seconde carriere solo un 3 per Andrea Bennati su Toni mentre Jacopo Francoia su Mela conduce Porta Crucifera a 9 colpendo un buon 4. Stesso punteggio per Adalberto Rauco su Pia: Porta del Foro si ferma ad 8. Porta S.Andrea potrebbe chiudere la Giostra con Tommaso Marmorini: il suo 4 porta allo spareggio con Porta Crucifera. Sugli scudi ancora Lorenzo Vanneschi che fa ancora uno splendido 5. Francesco Rossi non riesce ad eguagliare il risultato della sua prima carriera e chiude con un 2. Porta Crucifera vince la Prova Generale (aveva esultato una volta anche nel ). Scaramucce nel finale prima tra i quartieristi di Porta S.Andrea e  Porta Crucifera e poi prima di lasciare la piazza tra i figuranti di Porta S.Spirito e Colcitrone. Hanno debuttato le nuove norme sulla sicurezza senza particolari disagi. Doppio filtraggio all'ingresso con l'utilizzo del metal detector. Come allo stadio le bottiglie d'acqua vendute senza tappo. Folta la presenza di steward vestiti in camicia bianca in ogni settore della piazza.