Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Il giostratore Andrea Carboni è stato accreditato da due quartieri per la Giostra del Saracino che si terrà in Piazza Grande ad Arezzo il prossimo 17 di giugno.
Porta del Foro lo aveva perfezionato da tempo, poi è arrivato anche l'accredito anche di Porta Crucifera: il quartiere rossoverde ha infatti annunciato ufficialmente di aver raggiunto l'accordo con il giostratore. 
andrea carboni cruciferaIl quartiere di Porta del Foro dopo un giorno di riflessione considera però regolare il proprio accreditamento: "Scrivo il presente comunicato per chiarire alcuni episodi - afferma il rettore Francesco Fracassi -  che negli ultimi giorni si sono susseguiti dando adito ad interpretazioni approssimative e fantasiose. Ad oggi abbiamo a che fare con un unica verità, che è costituita da un doppio accredito per un unico Giostratore: Andrea Carboni.Contrariamente a quanto affermato da fonti più o meno autorevoli l’accredito di Carboni effettuato dal nostro Quartiere è assolutamente regolare. Gli accrediti infatti sono normati dall’Art. 2 del regolamento tecnico al quale ci siamo attenuti a Novembre 2016. Per quanto riguarda il certificato di idoneità sportiva da molti richiamato come “prova decisiva” non vi è nel regolamento nessuna normativa al riguardo. Ma vi è una delibera del CDA datata 3/4/2017 nella quale legittimamente l’organo a voto unanime ha deliberato quanto di seguito riportato:
Il CDA all’unanimità stabilisce di richiedere ai giostratori accreditati dall’Istituzione Giostra del Saracino la certificazione sanitaria di attività agonistica che viene rilasciata tramite la medicina sportiva della ASL o ente autorizzato. Pertanto nessun obbligo è in capo al Quartiere, tanto meno nessun certificato va presentato al momento dell’accredito o prodotto dal Quartiere in un momento successivo. Chi deve controllare e ha titolo di richiedere il certificato medico è il CDA. Questo perché è chiaro che il certificato medico è un documento personale. Evidentemente la delibera adottata aveva un solo ed unico scopo: garantire al CDA la possibilità di vigilare affinché vi siano “atleti” in grado di partecipare alla Giostra senza mettere a repentaglio la propria salute ed il buon esito della Manifestazione.
La delibera mi sembra molto più chiara di mille parole. Non ritengo opportuno aggiungere commenti.  Questi sono i fatti, tanto era dovuto ai Quartieristi, ai Soci e ai simpatizzanti non solo di Porta del Foro ma di tutto il mondo della Giostra".andrea carboni portadelforo