Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Orgoglio Amaranto, si al crowdfunding ma senza modifiche allo statuto della società Orgoglio Amaranto, si al crowdfunding ma senza modifiche allo statuto della società Orgoglio Amaranto, si al crowdfunding ma senza modifiche allo statuto della società

Una bella e partecipata assemblea dei soci ha approfondito ieri sera i temi iscritti all’ordine del giorno dal direttivo di Orgoglio Amaranto.
Una larghissima maggioranza ha quindi votato per dare un mandato ben preciso: quello di firmare l’atto che dà il via al progetto di crowdfunding, ma ad una condizione imprescindibile, cioè quella che non si verifichi nessuna variazione statutaria che intacchi i diritti e le prerogative acquisite dal Comitato nel corso dei suoi nove anni di vita e rafforzati nello statuto della Società Sportiva Arezzo firmato il 19 aprile 2018 al culmine della Battaglia Totale.
Si tratta di diritti che sono ricompresi nell’articolo 7 dello stesso statuto, che riguardano la prelazione, il gradimento, il diritto di poter vendere le proprie quote a determinate condizioni e che più in generale permettono a OA di esercitare le forme di controllo utili alla tutela del Cavallino Rampante.
“Ringraziamo davvero tanto tutti coloro che hanno voluto partecipare per esercitare il loro diritto di voto in una decisione così importante - - dichiarano i membri del direttivo di OA - Ringraziamo i soci anche per il tenore degli interventi che hanno fatto nel corso dell’assemblea e che hanno permesso di sviscerare alcuni concetti, tranquillizzare in alcuni casi, chiarire su altri aspetti.”
Il Comitato ha immediatamente messo al corrente della decisione la S.S. Arezzo ed in particolare il presidente Giorgio La Cava e adesso è in attesa di ricevere la documentazione relativa allo statuto.