Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Pontedera rimane taboo per l'Arezzo: espulso Pissardo, Gori non basta (2-1) Pontedera rimane taboo per l'Arezzo: espulso Pissardo, Gori non basta (2-1) Pontedera rimane taboo per l'Arezzo: espulso Pissardo, Gori non basta (2-1)

Il campo di Pontedera si conferma taboo per l'Arezzo che esce sconfitto per 2-1. Sotto di un gol per il colpo di testa vincente di Serena su una punizione da sinistra, gli amaranto trovano il pari con Gori che schiaccia un traversone di Luciani. L'episodio chiave alla fine del primo tempo: Pissardo scivola prima di avvicinarsi ad un retropassaggio e tocca la palla con la mano fuori area per chiudere su Semprini. Cartellino rosso con Di Donato costretto a togliere Belloni per far entrare Daga. Nella ripresa l'Arezzo combatte e sfiora anche il 2-1 ancora con Gori. Il vantaggio però lo trova a quattro minuti dalla fine il Pontedera con De Cenco (quinto centro stagionale): acrobazia in anticipo su Borghini su traversone da sinistra di Mannini.