Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

L'Arezzo sogna la B: sarà derby con il Pisa in semifinale. Resta l'incanto della notte di Viterbo L'Arezzo sogna la B: sarà derby con il Pisa in semifinale. Resta l'incanto della notte di Viterbo L'Arezzo sogna la B: sarà derby con il Pisa in semifinale. Resta l'incanto della notte di Viterbo

Sarà il Pisa dell'ex Moscardelli l'avversario dell'Arezzo nelle semifinali play-off. Dall'urna di Firenze è uscito il super derby: andata ad Arezzo mercoledì 29 maggio, ritorno la domenica seguente a Pisa. Arriva dunque una partitissima dalle mille palpitazioni all'indomani della grande prestazione amaranto di Viterbo. 

L'AREZZO SOGNA LA B

L'Arezzo è in semifinale dei Play-off. Dopo il 3-0 dell'andata forse la squadra di Dal Canto ha giocato ancora meglio nella gara di ritorno contro la Viterbese. Gli amaranto hanno dato la sensazione di essere scesi in campo come se non tenessero conto del grande vantaggio accumulato al Comunale e dopo un primo tempo finito senza gol nella ripresa colpiscono prima con Belloni e poi con una fantastica rovesciata di Pelagatti: per entrambi si tratta del primo gol stagionale. Un 2-0 che manda in visibilio la tifoseria: l'armata amaranto ha letteralmente invaso Viterbo. Arrivati a questo punto l'Arezzo è pienamente in corsa per la promozione in Serie B. Giovedì alle 11 il sorteggio. All'Arezzo toccherà una tra Pisa (Carrarese eliminata dopo la sconfitta per 2-1) e le tre seconde che fanno il loro ingresso ufficiale nei play-off: Triestina (guidata dal mai dimenticato Massimo Pavanel), Piacenza e Trapani. Gli amaranto non saranno teste di serie: gara di andata al Comunale mercoledì 29 maggio e ritorno la domenica seguente in trasferta, in caso di parità nelle due gare o dello stesso numero di gol realizzati, passeranno gli avversari. Diventa dunque fondamentale vincere una delle due partite. Le altre qualificate sono Imolese, Feralpi Salò e Catania. Fuori Monza, Catanzaro e Potenza.

La serata è stata purtroppo guastata dalla vile aggressione subita dal presidente La Cava, aggredito prima della partita dopo il consueto saluto alla curva dei tifosi amaranto. Mentre rientrava verso il tunnel qualcuno lo ha colpito alle spalle facendolo cadere e provocandogli delle escoriazioni alla testa. Il presidente è stato portato in ospedale per accertamenti e sta bene, come ha riferito il direttore generale Pieroni in un post su Facebook