Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Calcio, non basta la magia di Brunori per l'Arezzo: 1-1 con la Pro Patria Calcio, non basta la magia di Brunori per l'Arezzo: 1-1 con la Pro Patria Calcio, non basta la magia di Brunori per l'Arezzo: 1-1 con la Pro Patria

Sensazione di poterla vincere, paura di perderla dopo essere rimasti in dieci ed aver subito il pareggio. Episodi arbitrali discussi ed 1-1 finale che può tutto sommato essere accettato di buon grado dall'Arezzo contro la Pro Patria. Amaranto in vantaggio in chiusura di primo tempo grazie ad uno splendido calcio di punizione di Brunori mandato all'incrocio dei pali. Nel secondo tempo Basit, già ammonito, viene espulso per un secondo giallo tra l'ingenuo del giocatore e l'esagerato del direttore di gara. Arezzo in dieci che si fa raggiungere sull'1-1: stranissimo tiro-cross di Mora da destra con Pelagotti che lo trasforma in gol. L'Arezzo subisce il colpo e rischia anche il Ko: fallo di Zappella su Galli, Le Noci dal dischetto spara fuori. Gli amaranto riprendono coraggio e nel finale prima Bruschi con la porta vuota viene murato da Zaro e poi Tassi entrato dalla panchina viene probabilmente steso in area per un rigore che sembra colossale ma non per l'arbitro. Finisce 1-1:per l'Arezzo terzo pareggio casalingo consecutivo nel mese dove saranno altre 4 le gare al Comunale sperando di tornare alla media di inizio stagione.