Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Arezzo, compra on line la “droga dello stupro”. Denunciato un 50enne Arezzo, compra on line la “droga dello stupro”. Denunciato un 50enne Arezzo, compra on line la “droga dello stupro”. Denunciato un 50enne

Si faceva spedire on line la cosiddetta “droga dello stupro”, ma è stato intercettato e denunciato dalla polizia.
Si tratta di un 50enne incensurato, residente nel Valdarno aretino. Il pacco sospetto è stato bloccato grazie ad un'operazione diretta dalla Polizia di frontiera di Fiumicino volta proprio a contrastare l’acquisto illegale di stupefacenti on line. Sono stati poi gli investigatori della Squadra Mobile di Arezzo a risalire al 50enne.
Una volta aperto il plico, gli agenti si sono accorti che conteneva un flacone da un litro di una sostanza denominata “GBL” comunemente detta “droga dello stupro”. Una sostanza incolore e inodore può essere somministrata, affermano gli inquirenti, alla vittima senza che se ne accorga provocandole effetti sedativi ed ipnotici e favorendo in alcuni casi anche la perdita della memoria. Sostanza spesso utilizzata nei casi di violenze sessuali.
Il 50enne, incensurato, è stato denunciato in stato di libertà per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e la sostanza, almeno mille dosi, è stata sequestrata.