Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

“Con gli occhi di Bruno” in mostra alla 71esima “Foto antiquaria” in Piazza Grande “Con gli occhi di Bruno” in mostra alla 71esima “Foto antiquaria” in Piazza Grande  “Con gli occhi di Bruno” in mostra alla 71esima “Foto antiquaria” in Piazza Grande

Di scatti al suo attivo ne ha migliaia, tra gli anni in cui è stato impegnato come fotografo del quotidiano “La Nazione” a tutti i lavori che hanno riguardato la sua carriera lunga 50 anni.  Fondatore del Foto club “La Chimera” finalmente Bruno Tavanti sceglie di esporre alcuni dei suoi lavori più belli in una personale inaugurata lo scorso 30 aprile nei locali del Foto club, dal titolo “Con gli occhi di Bruno...”.


Chiacchierare con lui è come ripercorrere la storia di Arezzo e di tutti i personaggi che l'hanno vissuta. “Ricordo quella volta in cui – ci racconta – venne il presidente della Repubblica ad Arezzo, Oscar Luigi Scalfaro. Io non so come riuscì a “sfuggire” alla sicurezza e mi sistemai in un angolo della sala del consiglio comunale così riuscii a fare le foto da una posizione privilegiata”. Oppure, prosegue, “quando venne ad Arezzo Lucio Dalla e lo accompagnai personalmente all'interno del palazzo di Fraternita”.


La fotografia, con l'avvento del digitale, è profondamente cambiata, ma Bruno rimane un inguaribile romantico. “Un conto sono le immagini – afferma – un conto sono le fotografie”. La sua preferita, che è anche in mostra, uno scatto che ritrae un tipico paesaggio toscano con girasoli e cipresso in una ridente Valdichiana, realizzato nel 1988, che ha fatto letteralmente il giro del mondo. La mostra sarà visitabile il prossimo 8 maggio in occasione, per altro della 71 “Foto antiquaria” che si terrà in via sperimentale all'interno del palazzo di Fraternita in Piazza Grande.