Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Spacciava cocaina dal bancone del bar, arrestato dagli agenti dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico e della Squadra Mobile della Questura di Arezzo. 

Nel pomeriggio di ieri gli agenti di polizia, coadiuvati dagli equipaggi del Reparto Prevenzione Crimine e dell’Unità Cinofila di Firenze, hanno perlustrato tutta la zona di Saione, Campo di Marte e Villaggio Dante.

In particolare in un bar della zona del Villaggio Dante, non è sfuggito all'occhio attento dei poliziotti un continuo via vai di gente.

Gli investigatori hanno accerto che erano i “clienti”, molti dei quali conosciuti come assuntori di sostanze stupefacenti, che entravano nel bar e uscivano dopo pochi istanti senza aver consumato niente. Anomali anche gli orari di apertura del bar che solitamente rimaneva chiuso tutta la mattina per aprire alle prime ore del pomeriggio. Il blitz è scattato proprio mentre uno dei “clienti” usciva dal bar e l'uomo alla vista dei poliziotti ha nascosto un involucro all’interno dei pantaloni.

Il ragazzo è stato seguito e fermato, all’interno dei pantaloni aveva occultato una dose di cocaina da 0,5 grammi. A quel punto è scatta la perquisizione del bar. Dentro al frigobar del bancone, occultate dentro una confezione in plastica di un succo di frutta, sono state ritrovate 15 dosi di cocaina già pronte per lo spaccio, mentre altre due “palline” di cocaina erano nascoste sotto un incavo di un tavolo posto nel retro del bar. La perquisizione domiciliare, infine, ha permesso il sequestro di altre 10 dosi di cocaina, anche queste nascoste nel frigorifero dentro una confezione in plastica di yogurt, e di circa 3000 euro in contanti suddivisi in banconote di vario taglio.

Per la donna, titolare del bar di 46 anni e con precedenti di polizia specifici, è quindi scattato l’arresto per detenzione e spaccio di stupefacenti.


980x280 ArezzoTV Spazio