Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Frode fiscale per milioni di euro scoperta dalla guardia di finanza Frode fiscale per milioni di euro scoperta dalla guardia di finanza Frode fiscale per milioni di euro scoperta dalla guardia di finanza

Dalla Toscana alla Sicilia sono stati sequestrati beni e denaro a cinque imprenditori del settore del commercio di abbigliamento che avrebbero, secondo gli inquirenti, messo in piedi "schema societario, ideato per realizzare una frode fiscale milionaria".
A scoprirla sono stati i finanzieri della Compagnia di San Giovanni Valdarno in provincia di Arezzo che, con il supporto di altri reparti di Palermo, Siena e Lucca, hanno eseguito un provvedimento di sequestro di 8,5 milioni di euro emesso dal Gip del Tribunale di Arezzo.
Le indagini sono partite nel 2019 dall’esame dei flussi finanziari e dei rapporti commerciali intercorsi tra una società austriaca ed una con sede a Terranuova Bracciolini, comune dell'Aretino.
Nel novembre del 2020 un primo imprenditore è stato arrestato per reati fiscali, tra i quali fatture per operazioni inesistenti per oltre 14 milioni di euro.
Le indagini hanno poi confermato il ruolo di alcune società "cartiere", con rilevanti volumi di fatturato. In pratica "scatole vuote" amministrate da prestanome. In tutto 10 le società che sono state passate al vaglio dai finanzieri con sede in varie province toscane e nel Lazio.
Secondo gli inquirenti sarebbero stati sottratti ben 8 milioni e mezzo di euro, "in misura pari al profitto generato dai reati commessi, ossia all’ammontare delle imposte evase, per Iva , imposte sul reddito di società e persone fisiche".
Il sequestro ha riguardato depositi di denaro su conti correnti, beni mobili ed immobili dislocati tra Palermo, Lucca, Siena ed il Valdarno.


980x280 ArezzoTV Spazio