Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

I Finanzieri del Gruppo di Arezzo, nell’ambito di un più ampio piano di intensificazione dei controlli in materia di sicurezza prodotti, hanno sottoposto a sequestro oltre 1900 articoli, commercializzati in violazione del Codice del Consumo e della normativa in materia di sicurezza dei giocattoli. In particolare, sono stati eseguiti controlli presso due esercizi commerciali, gestiti da soggetti extracomunitari, dove sono stati rinvenuti prodotti vari, tra cui articoli di bigiotteria (orecchini, perline, ciondoli), destinati anche ai minori (maschere, cerchietti, costumi carnevaleschi), privi delle dovute indicazioni di provenienza, delle istruzioni per l’utilizzo, delle avvertenze di sicurezza e della composizione merceologica. 

Le suddette indicazioni sono, infatti, fondamentali, in quanto, oltre ad attestare la conformità dei prodotti agli standard di sicurezza dell’Unione europea e nazionali, garantiscono che il prodotto non sia stato fabbricato con sostanze che possano rivelarsi dannose per la salute. Al termine delle attività ispettive, i titolari degli esercizi commerciali sottoposti a controllo sono stati segnalati alla Camera di Commercio di Arezzo e Siena, quale ente preposto all’irrogazione delle previste, pesanti sanzioniamministrative.

L’operazione condotta testimonia il costante impegno della Guardia di Finanza nel settore del contrasto agli illeciti economico-finanziari, connessi alla commercializzazione di prodotti non sicuri, al fine di tutelare la salute e la sicurezza dei cittadini e salvaguardare la libera concorrenza tra gli operatori del mercato.


980x280 ArezzoTV Spazio