Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Arezzo, ristoratore organizza tre serate per raccogliere fondi per il popolo ucraino Arezzo, ristoratore organizza tre serate per raccogliere fondi per il popolo ucraino Arezzo, ristoratore organizza tre serate per raccogliere fondi per il popolo ucraino

È stata la Romania uno dei primi paesi ad accogliere i profughi ucraini che sono scappati dalle bombe di Putin. Proprio la comunità rumena aretina in queste ore, grazia alla collaborazione di un ristoratore, Roberto Gironi con il suo locale Kilometro Zero, ha organizzato tre serate per raccogliere fondi per il popolo ucraino. "Mia moglie è rumena - racconta Roberto - e ogni giorno parliamo con suo padre e con i suoi familiari che vivono al confine con l'Ucraina, nei pressi della dogana di Siret. Ci raccontano delle madri e dei bambini che arrivano dalle zone di guerra: sole, impaurite, separate da mariti, padri e figli più grandi che sono rimasti in patria per scelta volontaria o perché obbligati. Hanno bisogno di aiuto, subito".


980x280 ArezzoTV Spazio