Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Si torna in aula per il maxi processo Coingas Si torna in aula per il maxi processo Coingas Si torna in aula per il maxi processo Coingas

Quella del 22 febbraio sarà un'udienza squisitamente tecnica. È infatti prevista l'audizione del consulente del pm, il dottor Marcellini, che si è occupato di estrapolare il materiale informatico acquisto dai dispositivi di Sergio Staderini. Ore ed ore di registrazioni. Verrà inoltre ascoltato anche il perito fonico che ha trascritto le oltre 700 pagine di intercettazioni. L'udienza che entrerà nel vivo delle vicende che hanno scosso la politica artina, è quella del primo marzo. In questa occasione dovrebbero essere ascoltati gli agenti della Digos che nel giugno del 2019 perquisirono l'ufficio dell'ex presidente Sergio Staderini e sequestrano il famoso pc da dove uscirono fuori le registrazioni che poi diedero il via a tutta l'inchiesta, almeno della sua parte più corposa. In tutto 11 gli imputati in questa fase del processo. Si tratta di Alessandro Ghinelli, l'avvocato Pier Ettore Olivetti Rason, il commercialista Marco Cocci, Mara Cacioli (ex dipendente in pensione di Coingas), l'assessore Alberto Merelli, il presidente di Estra Francesco Macrì, l'avvocato Stefano Pasquini, l'amministratore di Coingas Franco Scortecci, il consigliere comunale Roberto Bardelli, il presidente di Arezzo Casa Lorenzo Roggi e l'ex presidente Multiservizi Luca Amendola. Sergio Staderini e Jacopo Bigiarini erano già stati condannati con rito abbreviato. In particolare nei confronti di Staderini la corte dei Conti ha avviato un'azione legale per ottenere il risarcimento del danno erariale che avrebbe arrecato alla collettività affidando le cosiddette “consulenze d’oro”.


980x280 ArezzoTV Spazio