Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Incidente mortale sul lavoro nel Casentino Incidente mortale sul lavoro nel Casentino Incidente mortale sul lavoro nel Casentino

L'incidente è accaduto dopo le 10, presso un'azienda di lavorazione calcestruzzi, la in località Nave, la Mariotti Calcestruzzi, un'impresa storica di Bibbiena. L'uomo, Francesco Brenda 51 anni, sarebbe caduto in un macchinario che tecnicamente si chiama fratoio di inerti. Operaio esperto, addetto dell'impianto di produzione di materiali per l'edilizia ormai da diversi anni.
 
Sul posto sono accorse auto medica, ambulanza della Misericordia di Talla, i Vigili del Fuoco e i Carabinieri. Per l'uomo purtroppo, all'arrivo dei sanitari non c'era più nulla da fare. È stato attivato anche il servizio Pisll, che si occupa di prevenzione igiene e sicurezza nei luoghi di lavoro, dell'Asl Toscana Sud Est. La dinamica e le cause dell'incidente sono in corso di accertamento. I titolari dell'azienda erano distrutti, l'uomo era con loro da tanti anni.
 
Il sindaco di Bibbiena, Filippo Vagnoli, ha inviato un messaggio di cordoglio, proclamando il lutto cittadino:
"Ogni morte ci pone davanti tanti interrogativi come uomini. Le morti sui luoghi di lavoro ci pongono interrogativi ancora più grandi anche come istituzione. Oggi è un giorno di lutto per tutta la nostra comunità. È un giorno di silenzio e di rispetto dovuti a chi è stato coinvolto in tutto questo e soprattutto alla famiglia a cui va tutto il nostro affetto e il nostro calore umano". Il 51enne lascia due figli.

980x280 ArezzoTV Spazio