Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Primo intervento del Consorzio di Bonifica a Ponte a Buriano Primo intervento del Consorzio di Bonifica a Ponte a Buriano Primo intervento del Consorzio di Bonifica a Ponte a Buriano

Mitigare il rischio idraulico, evitando di danneggiare l’equilibrio ecologico. Questo l'obiettivo dell'intervento che si è concluso a fine 2021 da parte del Consorzio di Bonifica 2 Alto Valdarno nei circa 3 km del fiume Arno di sua competenza.


È il tratto che si sviluppa a monte di Ponte a Buriano fino a raggiungere il confine della Zona Speciale di Conservazione (ZSC) Ponte a Buriano e Penna. Si è trattato del primo di quattro interventi di manutenzione ordinaria, caratterizzati da un unico denominatore: la vicinanza ad aree particolarmente delicate dal punto di vista naturalistico.


“In considerazione della presenza di siti comunitari, e quindi di aree che possono essere danneggiate dagli interventi per il controllo della vegetazione, sono state programmate solo operazioni strettamente necessarie - spiega il direttore generale del Consorzio Francesco Lisi - il taglio della vegetazione arbustiva è stato limitato ad aree ristrette, dove era necessario liberare alcune opere, essenzialmente ponti.

Nei rimanenti tratti non abbiamo ritenuto che la vegetazione erbacea ed arbustiva costituisse un ostacolo al deflusso regolare delle acque. 

L’intervento principale quindi si è concentrato unicamente sulla rimozione di esemplari arborei in condizioni critiche, tali da poter creare futuri problemi idraulici e di sicurezza.”


980x280 ArezzoTV Spazio