Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Caso Martina Rossi, gli amici di Vanneschi e Albertoni chiedono i lavori utili Caso Martina Rossi, gli amici di Vanneschi e Albertoni chiedono i lavori utili Caso Martina Rossi, gli amici di Vanneschi e Albertoni chiedono i lavori utili

Gli amici di Alessandro Albertoni e Luca Vanneschi chiedono la messa alla prova. I loro legali hanno avanzato la richiesta per i due giovani di Castiglion Fibocchi nell'udienza che si è tenuta a Genova. Secondo il pm, nel momento in cui vennero sentiti per ricostruire la dinamica e le circostanze della morte furono reticenti, tacerono oppure mentirono per cercare di aiutare gli amici. Federico Basetti ed Enrico D’Antonio, trent’anni, accusati d’aver depistato le indagini sulla morte di Martina Rossi, tramite i loro legali hanno fatto sapere di avere a lungo riflettuto su quanto accaduto oltre dieci anni fa a Palma di Maiorca, di aver preso le distanze dai due principali imputati e di essere pronti a descrivere la loro resipiscenza in un corposo documento. Con queste premesse hanno chiesto la cosiddetta «messa alla prova» - ovvero un periodo di volontariato e forme di beneficenza alternative al processo e alla possibile condanna.


Sostieni ArezzoTV

980x280 ArezzoTV Spazio