Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Cibo per i gatti delle colonie feline: la consegna al canile municipale. Donati 50.000 pasti Cibo per i gatti delle colonie feline: la consegna al canile municipale. Donati 50.000 pasti Cibo per i gatti delle colonie feline: la consegna al canile municipale. Donati 50.000 pasti

“Questa amministrazione continua a caratterizzare il suo mandato per il forte impegno per i diritti e il benessere degli animali. In quest’ottica, proseguiamo nella stretta collaborazione con Enpa, il soggetto gestore del canile comunale, per un’azione a supporto delle colonie feline, per rilevarne fabbisogni, lo stato di salute e le necessità igienico-sanitarie degli ospiti e per distribuire ai gatti alimenti nel periodo invernale”.

Così l’assessore Giovanna Carlettini commenta l’iniziativa che vede coinvolto il canile municipale: in quella sede, nel rispetto delle normative anti-Covid, le custodi delle colonie feline possono ritirare il cibo secco e umido, in quantità proporzionale al numero totale dei gatti censiti, che sarà di aiuto per la corretta alimentazione di questi animali in vista dei mesi più freddi.

“Un regalo di natale per i nostri amici a quattro zampe - prosegue l’assessore. Gli alimenti saranno disponibili, per le custodi delle colonie censite, anche nei prossimi giorni. Confido di poter dire al termine di questa terza distribuzione, come lo scorso anno, che si è trattato di un gesto molto apprezzato. Parliamo d’altronde di una quantità corrispondente a 50.000 pasti”.

Sandra Capogreco di Enpa: “le colonie sono 156, un numero davvero elevato che comporta la necessità di un impegno quotidiano per fare fronte alle varie esigenze. Siamo molto soddisfatti anche della nuova stanza di degenza dove, dalla sua inaugurazione avvenuta a luglio, abbiamo registrato 40 passaggi di felini, accuditi prima e dopo la sterilizzazione, nell’ambito di un percorso efficiente e precauzionale adeguato a garantire sia i gatti sia l’igiene pubblica”.

Le conclusioni dell’assessore Carlettini con uno sguardo rivolto al futuro: “se nel presente proseguiamo, anche grazie al nucleo operativo della polizia municipale specificatamente dedicato, la battaglia contro maltrattamenti e abbandoni, il progetto che spero veda la luce nei prossimi anni è quello di un vero e proprio cimitero per gli animali da affezione”.


Sostieni ArezzoTV

980x280 ArezzoTV Spazio