Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Falsa partenza per il processo Coingas, tutto rinviato al 30 Novembre Falsa partenza per il processo Coingas, tutto rinviato al 30 Novembre Falsa partenza per il processo Coingas, tutto rinviato al 30 Novembre

É stato tutto rinviato al 30 novembre il processo sull'inchiesta Coingas che doveva partire questa mattina al palazzo di giustizia di Arezzo. In tutto 11 gli imputati tra cui l’attuale sindaco Alessandro Ghinelli e il presidente di Estra, Francesco Macrì che questa mattina non si sono presentati in aula, al contrario di Mara Cacioli, ex dipendente Coingas, Pier Ettore Olivetti Rason, l’avvocato fiorentino che sarebbe stato destinatario delle cosiddette consulenze d’oro per circa 400 mila euro e il presidente di Coingas, Franco Scortecci.

Assenti gli altri imputati, l’attuale assessore al bilancio del comune di Arezzo Alberto Merelli, Lorenzo Roggi presidente di Arezzo Casa, Luca Amendola ex presidente di Multiservizi, un consigliere comunale, Roberto Breda Bardelli, Marco Cocci, commercialista, Stefano Pasquini, legale del Comune. I difensori degli imputati per l’accusa di favoreggiamento hanno depositato una memoria comune chiedendo di escludere la costituzione di parte civile dei comuni (19), tutti soci di Coingas. Il procuratore capo Roberto Rossi che rappresenta l’accusa ha chiesto il rigetto dell’eccezione.

Il giudice si è quindi riservato rispetto alla richiesta delle difese degli 11 imputati di non ammettere le parti civili, rinviando l'udienza al 30 novembre prossimo. “E' stata posta questa eccezione da parte degli avvocati difensori, è nel loro diritto – afferma l'avvocato Riccardo La Ferla che rappresenta i comuni che si vorrebbero costituire parte civile – adesso l'udienza è rinviata al 30 novembre e non sappiamo se in quella sede potranno esserci altre eccezioni.”


Sostieni ArezzoTV

980x280 ArezzoTV Spazio