Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Lotta alle piante "aliene" nel torrente Faella. Ecco come Lotta alle piante "aliene" nel torrente Faella. Ecco come Lotta alle piante

Un autentico muro verde che in autunno ingiallisce e secca. E in primavera cresce e si infittisce rapidamente impedendo l’accesso al corso d’acqua e la crescita di altre specie. È il Poligono del Giappone, pianta altamente invasiva che, importata dai paesi asiatici a scopi ornamentali, ormai colonizza molte aree urbane e invade ampi tratti dei corsi d’acqua. Anche nell’Alto Valdarno. Il torrente Faella è una “vittima” di questa specie aliena che, nel giro di poco tempo, è diventata padrona assoluta delle sue sponde e che, progressivamente, sta conquistando altri torrenti del comprensorio Da qui l’idea di coinvolgere i cittadini per tentare di arginare l’“invasore” e tentare di contenere l’avanzata di una pianta che ha pochi competitor e uno sviluppo che procede al ritmo di 30 centimetri alla settimana.


Sostieni ArezzoTV