Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Centro storico: approvata la proroga della pedonalizzazione fino al 31 ottobre Centro storico: approvata la proroga della pedonalizzazione fino al 31 ottobre Centro storico: approvata la proroga della pedonalizzazione fino al 31 ottobre

Un’estate aretina vivace, quella che si sta per concludere, animata come non mai da strade e piazze che, nel pieno rispetto delle regole anti-covid, si sono riempite di cittadini e turisti seduti ai tavoli di caffè e ristoranti. Si è rivelata vincente la scelta dell’amministrazione di concedere la provvisoria pedonalizzazione di alcune strade del centro storico a favore delle attività della ristorazione, misura tra le tante previste dal piano straordinario “Arezzo non molla e riparte 2.0” a sostegno e in risposta all’emergenza economica e sociale conseguenza della pandemia. La giunta comunale ha approvato all’unanimità la proroga al 31 ottobre della pedonalizzazione di alcune strade e piazze del centro cittadino, per consentire ai gestori delle attività la possibilità di occupare suolo pubblico mediante il posizionamento di tavoli e sedie per la somministrazione esterna di alimenti e bevande. Le regole rimangono le stesse: l’allestimento è consentito nei giorni di venerdì e sabato dalle 19 alle 24.

“Si è dimostrata senza alcun dubbio una misura particolarmente efficace a sostegno del settore, ma che al contempo ha incontrato il favore degli aretini e regalato ai tanti turisti l’immagine di una città viva ed esuberante - commentano gli assessori Alessandro Casi e Simone Chierici. La scelta di prorogarla, confidando in un ottobre clemente, darà ulteriore slancio alla ripartenza della città”.


Sostieni ArezzoTV