Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Picchia la figlia con un bastone e con calci e pugni, padre in carcere nell'Aretino Picchia la figlia con un bastone e con calci e pugni, padre in carcere nell'Aretino Picchia la figlia con un bastone e con calci e pugni, padre in carcere nell'Aretino

Nel cuore della notte, tra domenica e lunedì, una ragazza minorenne ha contattato impaurita il 112, riferendo di essere stata vittima di una violentissima aggressione ad opera del proprio padre. All’arrivo repentino di due pattuglie dei Carabinieri della Compagnia di Sansepolcro in un’abitazione della Valtiberina toscana, la vittima risultava ancora in uno stato di shock dovuto alle percosse subite dal genitore. Al centro della lite, avvenuta in una famiglia italiana, futili motivi. Prestati i primi soccorsi e contattato il 118 per una prima visita medica della giovane, la ragazza è stata trasportata con urgenza presso il più vicino pronto soccorso e, dai primi accertamenti diagnostici, è risultata essere dolorante in più punti del corpo. Il padre, un uomo possente, avrebbe utilizzato un bastone per colpirla e, non accontentandosi, l’ha anche percossa con calci e pugni in varie parti del corpo. I Carabinieri, a seguito di una speditiva attività investigativa, sono riusciti a raccogliere tutti gli elementi utili per trarre in arresto l’uomo, che terminate le formalità di rito è stato tradotto in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, dinnanzi alla quale dovrà rispondere del reato di maltrattamenti in famiglia. Nei prossimi giorni la decisione del giudice sull’episodio


Sostieni ArezzoTV