Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Tragico fuori strada lungo la E78, la superstrada tra Monte San Savino e Arezzo. Un tratto di quella “Due Mari” che ormai non lo diventerà più e che oggi è una sorta di raccordo dalla Valdichiana al capoluogo. Anas nel dare la notizia del tragico incidente la denomia strada statale 680 ‘S. Zeno-Monte S. Savino’. Intorno alle 6:15, la ragazza viaggiava in direzione di Arezzo alla guida di un Fiat Punto blu. Improvvisamente ha perso il controllo dell'auto al km 14,700 tra l'uscita di Pieve al Toppo e Ripa di Olmo, in Valdichiana. L'auto è uscita di strada e si è schiantata contro gli alberi che costeggiano la carreggiata. Purtroppo la giovane, residente a Subbiano, ha riportato ferite gravissime. I sanitari intervenuti sul posto con ambulanza e auto medica, hanno subito attivato tutte le procedure per rianimare la giovane, ma non è bastato e la 27enne è deceduta sul posto. Sono intervenuti anche i Vigili del Fuoco e per i rilievi di legge la Polizia Stradale. Sulle cause stanno indagando gli inquirenti. Pare siano state anche cercate tracce di animali selvatici. La zona non è nuova ad attraversamenti di caprioli o altri animali, ma la ricerca non avrebbe dato esito positivo. Non si sa quindi cosa abbia fatto perdere il controllo dell'auto alla giovane. Di sicuro l'impatto con la vegetazione è stato violentissimo. La strada è rimasta chiusa per due ore, causando importanti intasamenti anche nella viabilità alternativa.


Sostieni ArezzoTV