Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Il primario di rianimazione di Arezzo sia appresta alla pensione. "Il Covid ancora fa paura" Il primario di rianimazione di Arezzo sia appresta alla pensione. "Il Covid ancora fa paura" Il primario di rianimazione di Arezzo sia appresta alla pensione.

E' stato il prima linea per un anno e mezzo contro una pandemia che ha tolto anche le più basilari certezze a tanti medici. Marco Feri, primario della rianimazione dell'ospedale San Donato di Arezzo andrà in pensione tra meno di 48 ore. Come del resto ci aveva detto anche nell'estate 2020, il covid picchia ancora duro. Oggi più che mai. Fronteggiare il covid è stata dunque la sua ultima e straordinaria esperienza professionale. Ora ne comincia un'altra all'interno della Misericordia di Arezzo. Il mio primo servizio da medico, ci confessa davanti ad un caffè, fu proprio all'interno di un'ambulanza. Una delle prime con medico a bordo. “Adesso – ci dice scherzando – avrò più tempo per fare qualche concerto”. Feri ha infatti tra le sue grandi passioni e proprio durante il “Covid” ha composto “Wake up”, un brano che parla di rinascita e risveglio dopo un brutto incubo, come quello vissuto nelle corsie dell'ospedale San Donato.


Sostieni ArezzoTV