Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Dopo il nostro articolo su caos che si stava verificando nel senese per chi ha contratto il virus da oltre 6 mesi, la Asl Toscana Sud Est emana questo comunicato stampa. 

"L’Asl Toscana sud est ha stabilito le nuove procedure per la vaccinazione delle persone che hanno contratto l’infezione da Sars-Cov-2: a una distanza compresa da tre a sei mesi dal tampone positivo sarà sufficiente effettuare una dose di vaccino per ottenere il Green pass europeo, oltre i sei mesi sarà necessaria la vaccinazione completa con la seconda dose.
L’Asl Toscana sud est aveva previsto di effettuare le due dosi a chi avesse contratto l’infezione da almeno nove mesi, aderendo a un’interpretazione estensiva della circolare del 3 marzo 2021 del ministero della Salute sulla “Vaccinazione dei soggetti che hanno avuto un’infezione da SARS-Cov-2”, raccordandosi con la Regione Toscana. La circolare del ministero della Salute prevede per le persone con pregressa infezione da Covid 19 che “la vaccinazione venga eseguita ad almeno tre mesi di distanza dalla documentata infezione e preferibilmente entro i sei mesi dalla stessa”.
La successiva introduzione della normativa per il rilascio del Green pass, che dopo i sei mesi dall’infezione rende necessaria la doppia dose di vaccino, ha determinato un divario tra le due indicazioni. L’Asl Toscana sud est, per superare questo problema, ha quindi deciso, in attesa di nuove indicazioni ministeriali, di prevedere la doppia dose di vaccino per coloro che hanno contratto l’infezione da almeno sei mesi."