Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

C'era tempo fino alle 19:00 e 15 minuti prima della scadenza dei termini arriva la notizia che ha tenuto con il fiato sospeso tutti i tifosi amaranto.

L'Arezzo ha presentato domanda di ripescaggio alla Lega Pro e la notizia è stata comunicata con una breve nota ufficiale.

“"La Società Sportiva Arezzo comunica che in data odierna ha provveduto a depositare presso la Figc la documentazione richiesta per completare la domanda di ripescaggio. La società resta adesso in attesa della verifica da parte degli organi competenti."

Da adesso, dunque, la speranza di poter tornare in Lega Pro, dopo la retrocessione, è più concreta.

Tutto merito delle esclusioni di Casertana, Paganese, Carpi, Novara, Sambenedettese e del Chievo Verona.

Un iter, quello che doveva essere completato entro oggi, per nulla semplice e quindi non c'era niente di scontato.

Dopo il contributo straordinario da 300mila euro servivano due garanzie da 300mila e 350mila euro, più la tassa di iscrizione alla serie C. Adesso ci sarà da attendere la comunicazione ufficiale del Consiglio Federale per la giornata di martedì, al più tardi mercoledì, che motiverà le esclusioni di chi ha presentato domande con documentazioni parziali o al contrario darà il bentornato in Lega Pro ai club che ne avranno diritto.


Sostieni ArezzoTV