Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Sicurezza, arriva la stazione mobile della Polizia Municipale. Ai vigili "body cam" e a breve taser Sicurezza, arriva la stazione mobile della Polizia Municipale. Ai vigili "body cam" e a breve taser Sicurezza, arriva la stazione mobile della Polizia Municipale. Ai vigili

Presentata da parte del sindaco Alessandro Ghinelli e dal comandante della polizia municipale Aldo Poponcini la stazione mobile che verrà utilizzata dal reparto antidegrado della PM sia per ricevere denunce da parte dei cittadini sia per garantire le presenza degli agenti in ogni situazione in cui la stessa si renda necessaria, dalla movida nelle piazze del centro durante il fine settimana alle criticità di alcune zone come ad esempio Campo di Marte.

Il furgone, dunque, non stazionerà in un posto fisso ma girerà per la città come un vero e proprio “ufficio mobile”, adatto in termini di spazio a ospitare due agenti, che avranno a disposizione la modulistica adeguata, e due cittadini che presentino eventuali denunce o manifestino specifiche istanze.

“La polizia municipale – ha sottolineato il sindaco Alessandro Ghinelli – si avvicina alla città per dare risposte rapide su un tema che ci sta molto a cuore. La stazione mobile è un ulteriore investimento di risorse, uomini e mezzi per aumentare sia la sicurezza percepita che quella effettiva. I componenti della pattuglia antidegrado sono dotati di spray e soprattutto dell’occhio attento di una body-cam che non appena viene attivata recupera in registrazione tutto quanto è accaduto negli ultimi due minuti”.

Il comandante Aldo Poponcini: “parliamo di un presidio di intervento immediato che evita peraltro di recarsi al comando di via Setteponti per, ad esempio, fare una segnalazione. Terminata la fase di sperimentazione, gli agenti antidegrado avranno a disposizione anche il taser”.


Sostieni ArezzoTV