Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Pazienti oncologici e vaccini: ecco le indicazioni della Asl Pazienti oncologici e vaccini: ecco le indicazioni della Asl Pazienti oncologici e vaccini: ecco le indicazioni della Asl

048: è il codice di esenzione che garantisce il diritto a ricevere gratuitamente, presso le strutture pubbliche o private convenzionate accreditate, tutte le prestazioni sanitarie connesse alle malattie oncologiche. Purtroppo non garantisce, in modo altrettanto automatico e universale, l'inserimento nella categoria delle persone ad elevata fragilità che sono le attuali priorità della campagna vaccinale

In queste ore gli operatori di oncologia stanno contattando, uno a uno, tutti i cittadini con il codice di esenzione 048 che hanno dato la pre adesione al vaccino, comunicando se potranno farlo nel contesto degli ultrafragili oppure in quello per classi di età.
A decidere quale delle due opzioni, non sono ovviamente i sanitari ma la tabella ministeriale che, per accedere al contesto degli ultrafragili, indica espressamente pazienti con patologia tumorale maligna non in remissione o in trattamento chemioterapico attuale e terminato da meno di 6 mesi.
Il codice di esenzione 048 si rinnova ogni 5 anni e quindi può essere che sia ancora attribuito a pazienti clinicamente guariti.
Quest’ultimi dovranno fare la prenotazione per il vaccino nelle categorie contraddistinte per classi di età e ricordiamo che attualmente la prenotazione è aperta quella per chi ha tra 70 e 79 anni.
Tutti coloro che hanno dato la preadesione al vaccino sulla base del codice 048 saranno comunque chiamati da oncologia per il chiarimento sulla loro situazione in merito al vaccino.


Sostieni ArezzoTV