Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

La procura di Arezzo ha aperto un fasciolo sull'incendio che ha devastato la Lem Industries a Levane, comune di Bucine (Ar). Pochi giorni fa nella stessa area produttiva era andata in fumo la Valentino shoes. Le operazioni di spegnimento si sono concluse dutante la notte, i danni sono ingenti. In questo sito produttivo l'azienda occupa circa 200 dipendenti. Un'intera catena di produzione sarebbe stata interessata dalle fiamme e circa 100 dipendenti sono stati dirottati negli altri stabilimenti del gruppo. In tutta la provincia di Arezzo la Lem impiega oltre 700 persone, tra personale dipendente ed indotto. L'azienda collabora con le principali maison della moda, realizzando per loro trattamenti di superfice galvanica e verniciatura su accessori di borse, calzature e capi di abbigliamento. Il vertice che si è tenuto questa mattina in Prefettura, su richiesta delle istituzioni locali, ha visto la presenza anche di Confindustria. Il Prefetto Anna Paolombi ha disposto maggiori controlli nell'area. Le indagini coordinate dalla procura di Arezzo e portate avanti dai carabinieri serviranno a capire se la natura del rogo sia stata dolosa, oppure no. Così come quello che ha distrutto la Valentino shoes e se i due fatti sono collegati. Per capire meglio sarà fondamentale la relazione dei Vigili del Fuoco di Arezzo. Per il momento c'è il più stretto riserbo.


Sostieni ArezzoTV