Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

E' terminata lalle 17:00 circa a riunione tra il il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani ed i sindaci della provincia di Arezzo. Scuole chiuse, dunque così come le attività commerciali non ritenute indispensabili. Consentito l'asporto per bar e ristoranti. 

La zona socio sanitaria di Arezzo, Casentino e Valtiberina è sopra la soglia dei 250 contagi ogni 100.000 abitanti con 273 casi, con un leggero miglioramento rispetto al dato della settimana scorsa di 298. La vallata che segna il dato peggiore è il Valdarno che è passato da 273 a 327 casi ogni 100mila abitanti. 

Unica vallata che avrebbe invece numeri positivi è la Valdichiana con un indice di 175, ma non è bastato a prendere decisioni diverse. 

"I dati però di saturazione del sistema ospedaliero hanno pesato - ha detto il sindaco Ghinelli nella successiva diretta Fb - e preoccupa anche che Grosseto stia entrando in zona rossa. Giani sembra aver preso coscienza che anche la Sud Est non ha un numero di posti letto che la rende autosuffiente. Io è da 4 mesi che dico che servono strutture accessorie per le quali il Comune dà la massima disponibilità possibile, come fatto gratuitamente con il Teatro Tenda per le vaccinazioni."


Sostieni ArezzoTV