Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Vandali in azione al "Campaccio" degli Ebrei ad Arezzo, il monumento che ricorda la Shoa al parco Duccio. I fiori e le corone di alloro che erano state apposte in occasione della Giornata della Memoria lo scorso 27 gennaio sono stati danneggiati ed in alcui casi recisi.

A denunciare per primo ciò che era accaduto è stato il consigliere del PD Alessandro Caneschi sui social network.

“Vergogna! Gesto vile ed inaccettabile in un luogo simbolo della città, il "Campaccio", dove era collocato il cimitero degli ebrei di Arezzo. Mi aspetto una forte condanna pubblica del sindaco Ghinelli; si attivi immediatamente per ridare la giusta dignità che il luogo merita.“

Per Fratelli d'Italia Arezzo interviene il Presidente Lucacci per condannare il vergognoso atto vandalico che ha profanato il cimitero ebraico di Arezzo.

“"Quanto accaduto è un atto inqualificabile da punire immediatamente: violare quello che rimane del cimitero ebraico, distruggendo i fiori posti nella giornata della Memoria, è un atto ignobile e inqualificabile che non deve rimanere impunito.”

Le forze dell'ordine hanno effettuato un sopralluogo, ma non sono stati riscontrati segni evidenti che possano ricondurre il gesto all'antisemitismo.
Per il momento non ci sono procedimenti penali in corso.

Di certo è un gesto vile e condannabile.

Di altro stampo, invece, quello sì neonazista e antisemita quanto accaduto meno di un mese fa al giornalista Marco Botti. Durante un evento on-line per ricordare la Shoa il collega venne offeso e minacciato di morte e la memoria della Shoa profanata con svastiche e bestemmie.

Anche il monumento agli Ebrei è stato nel tempo danneggiato e preso di mira dai vandali.


Sostieni ArezzoTV

980x280 ArezzoTV Spazio