Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Saldi invernali, Confcommercio: "ogni aretino spenderà 45 euro in meno rispetto al 2020" Saldi invernali, Confcommercio: "ogni aretino spenderà 45 euro in meno rispetto al 2020" Saldi invernali, Confcommercio:

Sabato 30 gennaio si aprono ufficialmente le vendite di fine stagione dell’inverno 2021. Secondo le stime di Confcommercio, gli aretini che decideranno di acquistare in saldo spenderanno circa 115 euro: 5 euro in più della media nazionale ma addirittura 45 euro in meno rispetto allo scorso anno. Semplici da spiegare i motivi di questo crollo: la crisi innescata dalla pandemia, la minore propensione al consumo delle famiglie, la scomparsa quasi totale di occasioni sociali e, per ultimo ma non ultimo, l’ampia possibilità di fare shopping a prezzi scontati anche nel mese precedente ai saldi. Una possibilità che la Regione Toscana, in accordo con le associazioni di categoria, aveva offerto quest’anno ai commercianti con l’obiettivo di rianimare un mercato quanto mai depresso.