Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

A scuola a piedi tutti insieme, a Sansepolcro prosegue il progetto "Pedibus" A scuola a piedi tutti insieme, a Sansepolcro prosegue il progetto "Pedibus" A scuola a piedi tutti insieme, a Sansepolcro prosegue il progetto

A Sansepolcro è si è rimesso in moto il “trenino” di bambini che ogni mattina scelgono di andare a piedi fino al proprio istituto, attraversando il centro storico con allegria e in piena sicurezza.

Si tratta dell’iniziativa “Pedibus – A scuola ci andiamo da soli”, organizzata dal Comune di Sansepolcro e il comitato Nessunisola, in collaborazione con l'Istituto Comprensivo.

Sono circa 70 gli alunni che aderiscono all’iniziativa, accompagnati da alcuni volontari del comitato Nessunisola. I luoghi di ritrovo sono Porta Romana e Porta Fiorentina e da lì, in modo ordinato e disciplinato, si incamminano verso la primaria De Amicis e la Collodi.

 Da un anno e mezzo, quindi, il progetto ha riportato i bambini e le bambine a popolare di nuovo le strade del centro, favorendo la loro autonomia e promuovendo stili di vita e comportamenti sani.

Nei mesi scorsi l’amministrazione comunale, per sostenere l’iniziativa e garantire la sicurezza di tutti, ha emesso tramite la Polizia Municipale  un’ordinanza che vieta il traffico veicolare  in via XX Settembre, dal lunedì al venerdì in orario 8-8,15.

L’obiettivo finale è che, se l’ordinanza viene rispettata da tutti, non sarà più necessaria la presenza dei volontari e i bambini potranno muoversi autonomamente fino a scuola. Questo è uno step ulteriore a cui ancora non si è arrivati, ma l’opera di sensibilizzazione, sia del Comitato Nessunisola che del Comune, va proprio in questa direzione.


Sostieni ArezzoTV