Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Arezzo: in aumento i reati in rete nell'anno della pandemia Arezzo: in aumento i reati in rete nell'anno della pandemia Arezzo: in aumento i reati in rete nell'anno della pandemia

Dopo i dati nazionali sull'attività della polizia postale nel corso dell’anno 2020, arrivano quelli aretini. Anche ad Arezzo, come nel resto dello stivale, nell'anno della pandemia i reati legati alla rete sono aumentati. Oltre 200 le persone denunciate con un incremento di quasi il 90% rispetto all’anno precedente. Sono stati trattati 15 casi di “trading on line” che hanno procurato danni per oltre 1.000.000 di euro facendo registrare la perdita di ingenti capitali verso Paesi Esteri. Particolare attenzione è stata indirizzata all’attività di prevenzione e contrasto ai fenomeni del revenge porn, sex extortion, estorsione, diffamazione on line, minacce, molestie ecc. che hanno mostrato un incremento del 35%. Anche il phishing finanziario ha visto un notevole incremento, essendo aumentato di parecchio l'uso delle carte di credito. Frodi e truffe che hanno causato danni sia ai cittadini che alle imprese artine. Particolarmente intensa l’attività investigativa di contrasto alla pedofilia on line, con l’esecuzione di numerosi Decreti di perquisizione e il sequestro di materiali informatici. Nonostante le misure anti covid l’attività di sensibilizzazione e prevenzione nelle scuole è proseguita attraverso piattaforme di video conferenze coinvolgendo numerosi istituti scolastici e oltre un migliaio tra studenti. Anche nell'aretino il contrasto alla diffusione delle fake news è stato importante e in questo senso è stata fondamentale la collaborazione dei cittadini che hanno inviato numerose segnalazioni.


Sostieni ArezzoTV