Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Vaccinazioni anti-Covid, si parte da sanitari e rsa: entro venerdì le adesioni Vaccinazioni anti-Covid, si parte da sanitari e rsa: entro venerdì le adesioni Vaccinazioni anti-Covid, si parte da sanitari e rsa: entro venerdì le adesioni

Ci siamo la vaccinazine anti covid ormai è una realtà a portata di mano.

Entro venerdì 18 dicembre sarà infatti possibile da parte delle categorie che per prime potranno effettuare la vaccinazione, esprimere la propria adesione alla prima fase vaccinale. La vaccinazione anti Covid partirà dal 15 gennio e per la prima fase sarà destinata agli operatori sanitari e socio sanitari ed alcuni soggetti più fragili, come gli ospiti delle residenze sanitarie assistite. La vaccinazione non è obbligatoria, ma è necessario conoscere con anticipo la volontà dei singoli destinatari per poter indirizzare alla Regione il numero più preciso di dosi, essendo per altro questo vaccino particolarmente delicato per il suo trasporto e la sua conservazione. Deve stare, come ormai sappiamo, a meno 80 gradi.

La quantità in arrivo in Toscana corrisponde, al momento, al numero totale di queste due fasce di popolazione, quindi circa 130.000 dosi. La Regione ha indicato con una mail, a tutti gli operatori le modalità per accedere ad una piattaforma dedicata a raccogliere le adesioni volontarie, inserendo i propri dati personali. I singoli soggetti potranno così esprimere il loro consenso a sottoporsi a questa prima fase vaccinale entro le ore 12 di venerdì 18 dicembre.

Una dichiarazione non vincolante, ovvero coloro che eserciteranno l’opzione non saranno comunque vincolati all’obbligo di vaccinarsi se nelle prossime settimane dovessero cambiare idea.


Sostieni ArezzoTV