Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Truffa Banca Etruria, pronto ricorso in Appello. D'Angelo: "i dipendenti non potevano sapere del rischio crac" Truffa Banca Etruria, pronto ricorso in Appello. D'Angelo: "i dipendenti non potevano sapere del rischio crac" Truffa Banca Etruria, pronto ricorso in Appello. D'Angelo:

Maurilio D'Angelo è il legale di uno dei quattro dipendenti di Banca Etruria che il 30 settembre 2019 furono condannati a 10 mesi ed al pagamento di 300 euro di multa, pena sospesa, per la truffa nel collocamento delle famigerate obbligazioni subordinate, diventate poi carta straccia dopo la risoluzione dell'istituto di credito aretino.

Secondo il legale infatti i dipendenti nel 2013, ossia quando i titoli furono collocati, non potevano essere a conoscenza della situazione di dissesto della Banca.

Da qui il ricorso in Appello.


Sostieni ArezzoTV