Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

La Polizia Stradale di Arezzo ieri notte è stata protagonista di una insolita operazione di salvataggio.

Stavolta i poliziotti della Sottosezione di Battifolle non si sono imbattuti in un incidente stradale con persone da soccorrere, ma su un bel barbagianni ferito ad un’ala e che, per tale motivo, si trovava fermo a terra in corsia d’emergenza.

Erano circa le 3 del mattino quando una pattuglia è stata inviata dal Centro Operativo della Polizia Stradale di Firenze al km 367 della carreggiata sud dell’autostrada del sole a prestare soccorso ad un camionista rimasto in panne.

Parlando con l’autista del mezzo per comprendere le ragioni dell’avaria, i poliziotti scorgevano sulla corsia d’emergenza e vicino al muro di contenimento della scarpata, una strana forma che, alla luce delle torce, prendeva le sembianze di un volatile di notevoli dimensioni. Avvicinatisi gli operatori riconoscevano un bel barbagianni con gli occhi spauriti.

I poliziotti hanno capito subito che quel rapace fosse in difficoltà, ma anche l’animale deve avere inteso come quell’occasione fosse la sua sola e ultima ancora di salvezza, tanto che si è lasciato prendere senza alcuna difficoltà.

Gli agenti se lo sono caricato delicatamente in macchina e lo hanno portato in caserma dove lo hanno custodito, rifocillato e scaldato, sino alle 8.00 del mattino quando lo hanno consegnato per le cure necessarie ad una rappresentante dell’Associazione “S.O.S. ANIMALI”.

Il rapace, una volta curato e ristabilito sarà lasciato nuovamente libero di solcare il cielo notturno com’è nella sua stessa natura.


Sostieni ArezzoTV