Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Un cane è stato legato ad un cartello stradale ed abbandonato. Fortunatamente è stato notato da alcuni automobilisti e salvato. Adesso è caccia al responsabile dell'orribile gesto.

E' successo ad Arezzo, lungo la strada statale 73, nei pressi di un grande supermercato cittadino.

Il povero cagnolino, terrorizzato, è stato trovato attorno alle 22,30 di domenica prima novembre.

Sul posto sono subito arrivati i volontari del servizio h24 che Enpa svolge in convenzione con il Comune di Arezzo.

Il cane è stato slegato e trasferito nel canile sanitario, dove ha ricevuto le prime cure. Adesso sta bene e a breve potrà cercare una famiglia.

Enpa ha già annunciato che sporgerà formale denuncia, auspicando una pena severissima.

Chiunque può fornire elementi utili è pregato di contattare il 3666037891.

Sulla vicenda è intervenuta anche Giovanna Carlettini, neo assessore ai diritti agli animali, che oltre a censurare l'inciviltà e la gravità del gesto compiuto, ha ringraziato i volontari dell'Enpa rilancia la collaborazione, sempre più stretta, tra l'Associazione e il Comune per i prossimi 5 anni.

“La buona notizia è che il cane sta bene, accudito dai ragazzi dell’Enpa a cui rivolgo il mio ringraziamento per l’impegno quotidiano profuso nella cura dei nostri amici a quattro zampe e a cui garantisco piena collaborazione in questi anni.

La cattiva notizia è che, purtroppo, abbiamo avuto a che fare con un caso di maltrattamento e abbandono che misura ancora una volta quanto scarso o nullo sia l’indice di civiltà di certe persone. Non ci sono parole per questa infamia.

La notizia del cane incatenato, lasciato a bordo strada e recuperato solo fortuitamente, e di conseguenza salvato, intristisce e suscita innanzitutto una reazione di condanna. Dopo di che, non ci fermiamo alle parole ma ci adopereremo, mettendocela tutta, affinché la delega assegnatami dal sindaco, presente per la prima volta nella storia amministrativa cittadina, assuma risvolti sostanziali, sia concreta nell’agire e risolutiva dei problemi”.


Sostieni ArezzoTV