Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

"A circa dieci giorni dalla individuazione di alcuni casi di positività a SARS-Cov2 all’interno deII’Istituto di Agazzi, a seguito delle periodiche attività di monitoraggio con esame sierologico e tampone nasofaringeo di ospiti ed operatori, riteniamo opportuno comunicare la attuale situazione delle persone risultate positive.
I casi positivi accertati fino ad oggi risultano essere 44 tra gli ospiti e 29 tra gli operatori; per quanto riguarda gli ospiti 37 non presentano sintomi (8gO/o), 5 risultano paucisintomatici (11%), 2 sono sintomatici con sintomi respiratori (5%).
Si precisa che i casi di positività sono stati riscontrati all‘interno della Residenza Sanitaria per Disabili (RSD), mentre tutti gli altri Servizi deII’Istituto non ne presentano e svolgono regolarmente le proprie attività.
Nella RSD sono ricoverati in modalità medio-lungodegenza adulti nella fascia di età 18 — 65 anni, con diagnosi di disabilità intellettiva e varie problematiche comportamentali, compreso un nucleo numeroso di persone con Disturbo autistico; è presente anche un piccolo nucleo di persone che hanno superato i 65 anni (disabili anziani). Per le loro caratteristiche comportamentali risultano particolarmente difficili sia una separazione netta all’interno della nostra Comunità che un rispetto consapevole delle misure di profilassi (mascherina, igiene respiratoria, distanziamento fisico).
In questo momento l'assenza per malattia dei nostri operatori, tra i quali alcuni Infermieri, si unisce alla già problematica carenza di risorse (in particolare Operatori Socio-sanitari e Infermieri) dovuta a chiamate da parte delle ASL per concorsi; il personale dell’istituto garantisce comunque la necessaria assistenza ai propri ospiti grazie ad un impegno particolarmente generoso ed all’aiuto di nuovi Operatori Socio-sanitari che sono stati coinvolti negli ultimi giorni insieme ad altri che si aggiungeranno nei prossimi."


Sostieni ArezzoTV