Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

“Lo temevamo, quale possibile conseguenza delle nuove disposizioni contenute nel Dpcm firmato ieri dal Presidente del Consiglio. Dopo un lungo confronto con il signor Prefetto, questa mattina è stata decisa la sospensione della edizione di novembre della Fiera Antiquaria in mancanza di presupposto normativo. La speranza è che il sacrificio richiesto di nuovo a tutti noi, e ad alcune categorie economiche in particolare, davvero possa portare al risultato desiderato di una consistente riduzione del numero dei contagi tale da poter riprendere, dopo il periodo previsto dal decreto, le attività e quindi anche l’appuntamento con la Fiera. Tradizionalmente il mese di dicembre è tra i più significativi in termini di economia e turismo, e ci auguriamo che così possa avvenire”. 
Così il sindaco Alessandro Ghinelli e l’assessore alle attività produttive Simone Chierici commentano la decisione assunta questa mattina di sospendere la prossima edizione dell’Antiquaria. 
“Rispettiamo quanto disposto dal nuovo Dpcm, pur non condividendone appieno la ratio”, concludono sindaco e assessore. “Ad esso aggiungiamo l’ennesimo richiamo alla responsabilità di tutti affinché con i comportamenti più corretti possiamo insieme superare al più presto questo difficile momento”. ​

Sostieni ArezzoTV