Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Era il 20 settembre 2018 quando Filippo Bagni e Pietro Bruni morirono soffocati dal gas argon, una fuoriuscita dalle bombole, senza che ci fosse un incendio, che non diede scampo ai due impiegati dell'Archivio di stato,

A due anni di distanza dalla tragedia Arezzo ha così ricordavo le due vittime.

Nella cappella della Madonna del Conforto in Duomo è stata celebrata una Messa accompagnata dal coro di San Pietro e Paolo, la parrocchia di Piero. E' poi seguita una piccola cerimonia nei giardini di Casa Vasari con la consegna di rilevatori di gas nocivi e 3 zaini per il soccorso che Monica e Anna, le due mogli, hanno voluto fossero acquistati con le somme raccolte nelle varie iniziative, organizzate dai colleghi del Polo Museale della Toscana, dalla Misericordia e dall’Archivio di Stato.


Sostieni ArezzoTV