Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

"Cari amici giornalisti, Oggi l'ho fatta grossa: ho saltato il fosso e mi sono candidato. Chi mi conosce sa che potevo farlo tante volte per le sollecitazioni avute, ma l'idea di non fare più il giornalista mi ha sempre bloccato. 45 anni di professione mi hanno consentito, mi sembra, di avere una idea piuttosto chiara di buona o cattiva amministrazione, anche al di là del colore politico (parlo ovviamente di amministrazione comunale). Ciò che trovo insopportabile è il tentativo di ridurre gli spazi di trasparenza e comunicazione dal Palazzo verso la collettività. Una area grigia che è utile solo al desiderio di fare (a volte non fare) senza tanti impicci nel mezzo. Per questo proverò ad entrare nel Palazzo per poter continuare da un'altra posizione, chiunque sarà il sindaco, a fare il mio mestiere: raccontare le cose andando a guardare i documenti, attività che spesso per la fretta non riusciamo più a fare dalle redazioni. Documenti nei quali si trovano davvero "notizie" eccellenti. La mia campagna elettorale sarà una sorta di reportage sulle decisioni prese da questa amministrazione. A differenza di prima, quando mi limitavo alla cronaca, adesso (lo ritengo doveroso) dirò anche quale sarebbe la mia proposta differente a quella adottata dall'amministrazione. Questa città non è migliore di cinque anni. Ora che sono "vecchio" posso dedicarmi a guardare il "cantiere dell'amministrazione" e dare il mio contributo per una diffusione ampia fra la popolazione. Mi propongo ai cittadini come "inviato speciale". A voi colleghi mi propongo, se ci sarò, come "corrispondente" da Palazzo dei Priori. In questo mese racconterò tanti fatti e farò anche dei comunicati. Vi chiedo scusa anticipatamente se vi sembrerò invadente. Se riterrete vi siano notizie degne di nota sapete come fare. Se non avranno quella dignità, sapete ugualmente come fare: in fondo a destra nel desktop c'è il cestino. Grazie a tutti per la pazienza."

Sostieni ArezzoTV