Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie tecnici necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.
Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Giornata difficile quella del 17 agosto sulla E45. L'episodio più grave si è verificato all'imbocco della galleria "Pozzale" in direzione sud, tra gli svincoli di Valsavignone e Pieve Santo Stefano Nord. Un'auto, con a bordo hanno visto piombare un pezzo di cemento che si è staccato da una galleria sulla vettura nella quale viaggiavano due donne e due bambini, è stata colpita da un pezzo di cemento che si è staccato dal soffitto della galleria. L’urto con il blocco avrebbe danneggiato dapprima il cofano e successivamente il parabrezza.
Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Nucleo Operativo Radiomobile di Sansepolcro e una squadra di manutenzione convenzionata con Anas. Fortunatamente non ci sono stati feriti: le due donne e i due minri sono stati accompagnati presso un'officina della zona.
Gli ingegneri di Anas hanno effettuato un sopralluogo per capire le cause del distaccamento. Per il momento la viabilità rimane regolare.
Dopo questo episodio, nella serata è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco per un incendio di un mezzo, sempre all'interno di una galleria. La Madonnuccia. Sul posto i vigili del fuoco del comando di Arezzo e del distaccamento di Sansepolcro per per il rogo che ha coinvolto un autoarticolato che stava trasportando frutta.
Non sono rimaste ferite o intossicate persone. Sul posto anche la Polizia Stradale.
La carreggiata, in direzione Ravenna, è temporaneamente chiusa al chilometro 143 a Pieve Santo Stefano. Anas informa che è prevista l'uscita obbligatoria allo svincolo Sansepolcro Nord con rientro a Madonnuccia.


Sostieni ArezzoTV